Subscribe to our RSS Feeds
Nella Città dell'uomo, per l'Ing. Adriano Olivetti, la bellezza, l'amore, la verità e la giustizia, rappresentavano un'autentica promozione spirituale. Gli uomini, le ideologie, gli Stati che avranno dimenticato una sola di queste forze creatrici non potranno indicare agli altri e alle nuove generazioni il cammino della civiltà.

Windows Blog Italia

BENVENUTI IN QUESTO SPAZIO WEB DEDICATO ALLA DIVULGAZIONE E ALLE INIZIATIVE IN AMBITO ICT. GRAZIE E BUONA LETTURA BY ALASSIO iTEK!

-> Hi-TECH NEWS


-> FLASH NEWS
I PRIMI SEI DELLA CLASSIFICA DEGLI ARTICOLI PIU' LETTI

...

LE ULTIME NOVITA' DI ALASSIO iTEK

LIGURIA, NO DEPURATORE? NO CASA!

0 Comments »


"Un'ulteriore proroga per la legge 4/12, i comuni senza depuratore non potranno più rilasciare nuovi permessi a costruire e varianti urbanistiche che prevedano aumento di carico insediativo".
 
Importanti novità che assorbono il Decreto "del Fare" e il Decreto "Sblocca Italia" del Governo. Bocciati i due emendamenti di Forza Italia suggeriti dai sindaci e dagli amministratori locali.

"Ieri, in Consiglio Regionale, la maggioranza di Sinistra ha respinto due emendamenti presentati da Forza Italia dietro suggerimento di molti sindaci ed amministratori locali, soprattutto del ponente della provincia di Savona".
Lo fa sapere il Capogruppo di Forza Italia in regione Marco Melgrati che continua: "il primo chiedeva di dilazionare ulteriormente il termine di 3 anni, portandolo, di fatto, a 6 anni (all'atto di approvazione della legge era stato fissato in 3 anni) che era stato dato per l’approvazione di piani urbanistici comunali e di strumenti urbanistici attuativi e delle relative varianti o l’approvazione di progetti comportanti la modifica dei piani o degli strumenti urbanistici attuativi che determinino l'incremento del peso insediativo, in assenza di impianti di depurazione. Non aver accolto questo emendamento porterà alla paralisi dell’attività edilizia dei comuni che, ad oggi, non sono dotati di impianti di depurazione, facendo mancare così quelle limitate risorse che derivano da interventi già programmati ed inseriti negli strumenti urbanistici comunali, creando un danno economico ai comuni stessi e agli operatori della filiera dell’edilizia".
Spiega ancora Melgrati: "l’altro emendamento bocciato era teso a evitare che sorgessero difficoltà d'interpretazione e contenziosi sull'accezione immobili vincolati, per agevolare il lavoro degli uffici tecnici; ritenevamo che fosse necessario, relativamente all’art. 10 comma 2 lettere: e) e bis) della L.R. n° 16/08, specificare se per "immobili vincolati" s'intendono solo quelli con vincolo specifico o anche le zone/aree soggette a vincolo paesaggistico ai sensi degli art. 136-142 del D.Lgs n°42/2004. Infatti, questa norma ha un senso per gli immobili che hanno un vincolo puntuale e specifico mentre parrebbe non averlo per gli immobili di nessun pregio architettonico o valenza storica che ricadono in zone non soggette a vincolo paesaggistico generico, ai sensi degli art. 136-142 del D.Lgs n° 42/2004. L’interpretazione della Giunta è stata che il vincolo è esteso anche agli edifici non vincolati puntualmente, anche solo ricadenti all’interno della zona di vincolo".
"Approvate invece - fa sapere il Capogruppo di Forza Italia in Regione - importanti modifiche alla legge 16. Quella sulle variazioni catastali, per esempio:"ove la comunicazione di fine lavori sia accompagnata dalla prescritta documentazione per la variazione catastale, quest’ultima è tempestivamente inoltrata dall’amministrazione comunale ai competenti uffici dell’Agenzia dell’Entrate". Questo va a chiarire in maniera inequivocabile e pone uno stop all’assurda proposta del Governo Renzi che aveva "per legge" delegato ai comuni la redazione della pratica catastale; comuni che, come già avevo avuto modo di dire, non hanno nè i mezzi tecnologici, nè il personale, nè le risorse economiche per riuscire a soddisfare questa "novità" del Governo Renzi".
"Altra importante modifica - continua il consigliere regionale - è l’introduzione nell’art.18 sulle distanze tra edifici e il fatto che non costituisce creazione di un nuovo piano della costruzione il recupero dei sottotetti non abitabili ai sensi della ridetta legge regionale 24/2001 e s.m, andando a sancire un concetto già chiarito nella Legge dei Sottotetti".
"Un’ulteriore importante modifica è quella relativa al chiarimento, sempre rispetto alla legge introdotta dal Governo nazionale, sul carico insediativo relativo ai frazionamenti. La norma nazionale prevede che, per i frazionamenti di alloggi esistenti, non siano dovuti oneri di urbanizzazione e costruzione in assenza di carico insediativo. La Regione introduce un motivo di chiarezza andando ad individuare l’aumento del carico insediativo con un incremento di superficie di 25 metri quadrati. Quindi, per un frazionamento da 1 a 2 alloggi con aumento di superficie inferiore ai 25 mq, non solo non si pagheranno oneri ma non sarà dovuto nemmeno l’asservimento di parcheggi pertinenziali. Diversa cosa sarà per frazionamenti da 1 a 3 alloggi o più, e con aumento di superficie oltre i 25 mq: in questo caso saranno obbligatori i parcheggi pertinenziali".

Genova, 25.03.2015


3/26/2015 07:36:00 PM

0 Responses to "LIGURIA, NO DEPURATORE? NO CASA!"

Posta un commento

Mobilificio FIORIN - un nostro progetto realizzato nel 1990

Mobilificio FIORIN - un nostro progetto realizzato nel 1990
Centro artigianale e commerciale sito in Leca d'Albenga (Savona), reg. Carrà, via al Piemonte n° 1. Progettista, direttore dei lavori e calcolatore dei cementi armati: Alessandro Sicco

Blog, Website and Web

Wikipedia

Risultati di ricerca