Subscribe to our RSS Feeds
Nella Città dell'uomo, per l'Ing. Adriano Olivetti, la bellezza, l'amore, la verità e la giustizia, rappresentavano un'autentica promozione spirituale. Gli uomini, le ideologie, gli Stati che avranno dimenticato una sola di queste forze creatrici non potranno indicare agli altri e alle nuove generazioni il cammino della civiltà.

Windows Blog Italia

BENVENUTI IN QUESTO SPAZIO WEB DEDICATO ALLA DIVULGAZIONE E ALLE INIZIATIVE IN AMBITO ICT. GRAZIE E BUONA LETTURA BY ALASSIO iTEK!

-> Hi-TECH NEWS


-> FLASH NEWS
I PRIMI SEI DELLA CLASSIFICA DEGLI ARTICOLI PIU' LETTI

...

LE ULTIME NOVITA' DI ALASSIO iTEK

ALASSIO, ANNO NUOVO VITA NUOVA

0 Comments »





L'ANALISI DI FINE ANNO IN AMBITO ICT



di Andrea Sicco - www.alassioitek.com



La consapevolezza di una persona, la coscienza critica di un individuo, è una condizione essenziale per affrontare una successiva e consueta fase di "interfacciamento" col mondo esterno, le sue novità, le sue insidiose e variegate realtà. Coscienza critica come una condizione basilare alla quale un individuo deve inderogabilmente ambire per essere finalmente in grado di valutare con obiettività, competenza e autonomamente quanto proposto dal mercato delle nuove tecnologie e non solo. Un individuo, non un automa-utente in balia degli eventi pubblicitari e scimmiescamente in grado di gestire un'infarinatura di contenuti superficialmente acquisiti, un qualcosa di poco chiaro e chiuso ermeticamente dall'interno, un oggetto tanto bello quanto misterioso, già costruito e preconfezionato da altri. Non ci si può più basare sul "sentito dire", da parte di tutti si dovrebbe cioè ambire a qualcosa di più, alla creatività, all'indipendenza nel pensiero e nelle proprie scelte grazie a un consolidato e personale bagaglio culturale dal quale attingere al momento opportuno anche per riuscir a distinguere ciò che è valido da quello che non lo è affatto. A tal proposito, ci preme sottolineare che non esiste un ambiente accademico, un dipartimento di ricerca, un reparto aziendale, dove ci siano individui che sanno tutto o credono di sapere tutto, imparando tutto, senza capacità rielaborativa e coscienza critica. Nel mondo reale e scientifico, non esiste una figura accademica e professionale del "tuttologo" così come non esistono "maghi del computer", "sapienti stregoni ed istrionici illusionisti della realtà digitale". Diffidare di chi detiene brevetti del "saper tutto e del saper fare tutto" non è un consiglio, è un dovere morale, soprattutto da parte di chi necessita di un servizio in ambito ICT (Information and Communication Technology) e non solo. Esiste invece l'esigenza di certificare, nello specifico, le competenze del singolo esperto, al fine di affidare correttamente al medesimo un proprio e adeguato settore professionale pertinenziale. Il gruppo, con il quale collaboro, crede in un progetto comune perché nulla avrebbe un senso vero e proprio se non si credesse in un qualcosa di migliore e di migliorabile, in un qualcosa di difficile da raggiungere ma comunque raggiungibile. Non un solo obiettivo ma tanti, con coraggio, dedizione, costanza, rispetto delle regole e, soprattutto, lasciando da parte rancori e pregiudizi.
Censurare la tecnologia, privarla dello spazio che merita sulla carta stampata di riviste anche non specializzate? Nessun problema, il futuro da leggere è, e sarà sul Web. La realtà digitale manderà definitivamente in pensione la carta stampata e non solo quella. Una divulgazione scientifica semplificata ma trattata da esperti del mondo accademico, del settore e da professionisti del giornalismo, sarà premiata, sostenuta ed incentivata ovunque. Tecnologia ed innovazione saranno elementi fondamentali anche per uscire dalla crisi.
Come non ricordare quell'ambizioso e condivisibile progetto-concetto "Java machine" della SUN (originariamente Stanford University Network) secondo cui, poiché i software installati propriamente definiti applicativi andavano ad occupare spazio di memoria su disco, diminuendo così lo spazio disponibile per dati da utilizzare saltuariamente, risultava necessario richiamare e rendere gestibile dalla rete commerciale e globale solo quella parte di applicativi che serviva quando serviva ed esclusivamente per il tempo di utilizzo tramite un PC potente ma con dimensioni ridotte. Idea che, peraltro, non decollò a causa della risaputa lentezza delle comunicazioni sulla rete ed altre problematiche. Oggi abbiamo, utilizziamo e discutiamo poi sulle affermate modalità gestionali del "Cloud Computing", un qualcosa di molto simile al progetto che lo precedeva, di assai perfezionato e già efficiente; ciò andrà a determinare costi ulteriormente ridotti sia per l'acquisto che per la gestione di un comune "PC-terminale". E' bene ricordare inoltre che, in quest'ambito, la fibra ottica e la velocità di connessione che ne consegue, è ormai un'esigenza sia per l'Italia che per altri Paesi europei.
AlassioiTek.com, un spazio Web con interfacciamento grafico Windows perchè nato il giorno del compleanno di Bill Gates. Chi appartiene all'ICT My Open Group di Alassio utilizza sistemi operativi Linux e Windows, in attesa di conoscere meglio quelli di Google, evitando insensate, sterili polemiche e non partecipando ad assurde diatribe che nascono tra persone che, presumibilmente, non amano la scienza informatica, travolgendola con interessi personali, malafede e disinformazione; persone che spesso azzardano "classifiche calcistiche" sul miglior o peggior software del momento. La polemica, così come le falsità guidate dall'invidia, non dovrebbero trovare spazio, né terreno fertile, soprattutto in ambito scientifico. Infatti, per compilare listati di codice sorgente, esistono affermati linguaggi di programmazione targati Microsoft estremamente interessanti, il cui utilizzo è concesso in licenza anche gratuitamente, previa registrazione delle proprie credenziali, così come sono numerosi i servizi di assistenza e tools (strumenti) gratuiti per sistemi operativi e piattaforme Windows.
Il software libero e l'Open Source, in chiave filosofica, sono l'esperienza di un movimento volto a superare la proprietà privata nel mondo informatico; in un'ottica pragmatica, l'evolversi di una modalità di realizzazione del software basata sui benefici di un contributo collettivo, metodi sperimentali associati, un progetto comune e di comune interesse. Due realtà che riflettono due diversi approcci, quello etico e quello pratico; approcci che non si escludono reciprocamente, diventando un'alternativa ai software a pagamento per numerose aziende, talvolta, travolte dalla crisi economica e non più in grado di aggiornare pacchetti software già in dotazione. L'Open Source è, da sempre, anche banco di prova accademico, strumento creativo ed educativo per chi ama, studia e vuol comprendere la materia da manipolare, modellare, adattare, cambiare, stravolgere e forse anche reinventare, per scoprire il "codice genetico" di un software, migliorarlo con il proprio contributo, con la propria idea-intuizione, con il proprio e disinteressato tentativo, talvolta, per vincere una scommessa con amici e colleghi. Con una modifica dell'articolo 68 del Codice dell'Amministrazione Digitale (C.A.D), entrata in vigore il 12 agosto 2012, l'Open Source è stato regolamentato per essere utilizzato anche da parte delle pubbliche amministrazioni in alternativa e/o contemporaneamente al software proprietario con licenza d'uso.
Per concludere, a decorrere da dicembre 2012 e dopo circa tre anni, scrivente e colleghi non collaboreranno più con il Blog "Anche Noi per Alassio" e "Rivisto" che, peraltro, si ringrazia pubblicamente per lo spazio offerto.
Chi fosse interessato ad argomenti tecnologici, così come quelli precedentemente trattati sul mensile free press, potrà comunque continuare a leggere di tecnologia all'indirizzo http://www.alassioitek.com



12/01/2012 04:30:00 PM

0 Responses to "ALASSIO, ANNO NUOVO VITA NUOVA"

Posta un commento

Mobilificio FIORIN - un nostro progetto realizzato nel 1990

Mobilificio FIORIN - un nostro progetto realizzato nel 1990
Centro artigianale e commerciale sito in Leca d'Albenga (Savona), reg. Carrà, via al Piemonte n° 1. Progettista, direttore dei lavori e calcolatore dei cementi armati: Alessandro Sicco

Blog, Website and Web

Wikipedia

Risultati di ricerca